ATON IT

Ricerca & Sviluppo

Image

Le attività di R&S rappresentano un asset strategico di ATON IT che è così in grado di gestire interamente l’iter di partecipazione e realizzazione dei bandi di ricerca e sviluppo, sia direttamente sia come società di consulenza per terze parti.
Tale know-how è accresciuto dalla stabile collaborazione con una serie di prestigiosi atenei italiani tra cui Milano BICOCCA e Roma LA SAPIENZA.

Il posizionamento di ATON IT nei bandi R&S è assicurato dalle capacità di:

  • Coprire vasti domini di R&S: le research companies del gruppo Aton operano attraverso le reti accademiche in numerosi ambiti nei quali la tecnologia ICT e l’approccio per servizi sono fattori abilitanti.
  • Aggregare: sulla base delle singole esigenze promuove consorzi e reti d’impresa con i partner più appropriati perseguendo obiettivi industriali attraverso bandi di ricerca.
  • Progettare: ricondurre l’intervento alla progettazione di un ecosistema di servizi realizzato utilizzando i più adeguati modelli di business.
  • Innovare: realizzazione di piattaforme tecnologico/organizzative sviluppate con i circuiti accademici.
Image
AMBITO AGRIFOOD

L'economia digitale ha trasformato milioni di consumatori in prosumer, sotto la spinta della crisi finanziaria, i cittadini chiedono un cambiamento di produttività economica legato alla capacità di utilizzare in modo efficiente le risorse.
Questo nuovo paradigma economico Circular Economy può essere abilitato solo grazie alle tecnologie.


I punti di forza del modello sviluppato, riscontrabili nei progetti di ricerca, sono:
• La valorizzazione e riduzione degli sprechi e scarti alimentari oltre alla gestione del ciclo dei rifiuti attraverso l’introduzione di soluzioni tecnico organizzative e sistemi ICT per raccolta, gestione, fruizione degli alimenti non più edibili.
• Un ecosistema finalizzato al recupero, gestione logistica, commercializzazione e valorizzazione degli scarti e sprechi alimentari, arricchito da una piattaforma di knowledge management per la raccolta di dati e procedure di ottimizzazione dei processi ed all’interazioni tra gli stakeholder.

 
FOODNET (Regione Lombardia - dal 2017, in corso)

Il progetto di ricerca Food Social Sensor Network (FoodNET), è un progetto di ricerca e innovazione in ambito Smart Living and Communities iniziato nel 2017 e con termine previsto per settembre 2020, che coinvolge un partenariato composto da 9 PMI e 3 Università, di cui ATON IT è capofila.

Food Net è una piattaforma tecnologica ed organizzativa che si pone l’obiettivo di individuare e interpretare le necessità nutrizionali di specifici target di consumatori; favorire l’innovazione di processo e prodotto delle imprese agroalimentari attraverso la realizzazione di infrastrutture che permettano di realizzare alimenti funzionali, realmente efficaci, ad implementare la qualità della vita e lo stato nutrizionale dei cittadini, oltre a modelli nutrizionali e processi educativi diretti a migliorare lo stile di vita.
Le condizioni nutrizionali del target saranno valutate al fine di interpretare le esigenze alimentari e guidare innovazioni di processo e di prodotto delle imprese agroalimentari.

I risultati oggetto d’industrializzazione consentono la fruibilità di una piattaforma di Foodomica permanente

• Che permetta agli Organismi di Ricerca di identificare, attraverso un’infrastruttura tecnico-scientifica, fitocomplessi bioattivi da piante e scarti agroalimentari per ottenere nuove materie prime e alimenti e soprattutto valutare l’efficacia dei nuovi prodotti sull’organismo.

• Che resti come infrastruttura operativa a disposizione del comparto agroalimentare anche dopo la conclusione del progetto e grazie alla ricerca scientifica supportata dalle università coinvolte sia capace di interpretare le problematiche dell’impresa.

• Che sia di supporto, come piattaforma ICT all’analisi delle esigenze e delle abitudini alimentari di differenti target di utenti.

SCOPRI DI PIÙ
 

SORT

Sviluppo di sistemi tecnologici innovativi integrati per lo Spacchettamento, l'Organizzazione delle scorte e il Tracciamento dei prodotti alimentari sprecati finalizzati alla loro valorizzazione.
(Pon Rec Smart Cities – Ambito Waste Management – Avviso DD 391/ric del 05/07/2012) Decreto Direttoriale del 28/10/2015 n. 2427) - Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – MIUR
Il progetto è stato condotto in RTI con 3 PMI e 2 Università.

Il progetto  si focalizza sulla individuazione delle tecnologie, degli apparati e della catena del valore ottimale per l’implementazione di nuovi modelli di valorizzazione degli scarti alimentari, nel senso di un indirizzamento prioritario verso la nutrizione animale, seguito da compostaggio e valorizzazioni energetiche.
I risultati che si intende industrializzare, attraverso una piattaforma ICT sono:

  • L'identificazione e il tracciamento dei beni alimentari a fine vita;
  • La progettazione e realizzazione di un sistema di “riconcentrazione” canalizzando i beni alimentari a fine vita dalle famiglie e altri "end user" mancati verso le industrie di trasformazione.
  • Gestione delle scorte in fase di riconcentrazione.
AMBITO INNOVAZIONE DIGITALE

Innovazione Digitale è un concetto molto ampio e trasversale, ed al centro di tutti quei cambiamenti tecnologici, organizzativi, culturali, sociali e creativi che migliorano la vita di tutti i giorni.
In due sole parole: Trasformazione Digitale.

L’evoluzione è continua, non solo nelle tecnologie stesse, ma anche nelle applicazioni, nei modelli di business e nei modelli di organizzazione delle imprese e del lavoro.

Fare Innovazione Digitale, in sostanza, non vuol dire semplicemente utilizzare le nuove tecnologie in quanto tali, ma partire da queste per ripensare e semplificare un processo produttivo e creativo, erogare nuovi beni e servizi volti al miglioramento della vita degli utenti, ridisegnare, in una logica di apertura al cambiamento, i modelli che governano il business.

 
ARCA

(Academic Research Creativity Archives) presentato a Lazio Innova S.p.A (Prot. n. A0128- 2017-17189 del 19/10/2017) a valere sul Bando di ricerca denominato ”Avviso n.6 - Creatività 2020”.

Il progetto sviluppa una piattaforma di integrazione di prodotti e servizi innovativi per la consultazione di contenuti testuali e audiovisivi integrati.
Il progetto è condotto in Partenariato con la casa editrice L’Erma e 2 Dipartimenti dell’Università La Sapienza di Roma

L’idea progettuale di ARCA è sviluppare una piattaforma di integrazione di prodotti e servizi per la raccolta di nuove esperienze di acquisto di contenuti testuali e audiovisivi in linea con l’obiettivo concreto dell’avviso Creatività 2020 – Rif. art.2.3.a.3:
"sviluppo e adozione di applicazioni e servizi digitali in grado di implementare canali di collaborazione e condivisione dei diversi business in modo da collegare contenuti audiovisivi, anche già sviluppati, ai bisogni dei diversi mercati".

I servizi supportano, da un lato, l’esecuzione di un nuovo processo di digitalizzazione del patrimonio editoriale di una casa editrice che porti all’estrazione di conoscenza, in termini di entità ed associazioni semantiche tra di esse. La creazione della base di conoscenza integrata viene effettuata per mezzo di una tecnologia abilitante denominata Knowledge Graph.
Dall’altro lato, i servizi supportano l’utente finale interessato ad esplorare tale conoscenza per effettuare ricerche mirate ed approfondite che si possano trasformare in nuove modalità di accesso, fruizione ed acquisto dei contenuti testuali e audiovisivi.

Image

AMBITO TURISMO E CULTURA

La progettazione di ATON IT, in questo cluster R&S, si pone come obiettivo principale quello di modellare il prodotto turistico utilizzando le metodologie della scienza dei servizi e del design industriale in modo da:

  • Creare un ecosistema di servizi che valorizzino la qualità ed il lifestyle regionale;
  • Applicare il concetto di Made in Italy al prodotto turistico nazionale per lo sviluppo dell'incoming nel nostro Paese e al rafforzamento di quello Domestico;
  • Aggregare i prodotti esperienziali più adeguati a target di clientela ed alle caratteristiche di ciascun territorio in modo coerente con il modello di business della società;
  • Generare nuovi flussi turistici attraverso l’ecosistema generato dalla piattaforma.
 
GOFORIT

L’esperienza prima della partenza (MIUR, Avviso per la presentazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nelle 12 Aree di specializzazione individuate dal PNR 2015-2020, codice progetto ARS01_00865 ammesso con Decreto n.2351 del 19/09/2018). Il progetto è condotto in RTI con altre 6 aziende e 3 Organismi di ricerca.
Obiettivo è lo sviluppo di un nuovo prodotto finalizzato a favorire il turismo per persone con bisogni speciali. Il numero di persone che, pur avendone desiderio e disponibilità, non viaggiano per timore di incontrare difficoltà è altissimo.
Solo in Italia circa 6 milioni di potenziali viaggiatori presentano forme serie o lievi di disabilità, e, considerando il progressivo invecchiamento della popolazione, si prospetta un loro rapido incremento nel tempo.

L’idea progettuale si fonda sul principio secondo cui la valutazione sulle reali condizioni di accessibilità e fruibilità di una destinazione deve necessariamente essere affidata all’utilizzatore finale, il quale, conoscendo con esattezza le proprie caratteristiche, i propri bisogni, limiti e desideri, deve essere messo nelle condizioni di poter confrontare personalmente l’insieme delle sue esigenze con i parametri dell’offerta.
Per far esprimere il bisogno di pratica turistica a tutti, i proponenti realizzeranno e sperimenteranno il prototipo di un sistema informativo innovativo tecnologicamente avanzato, che consenta all’utente di verificare concretamente, già dalla fase di pianificazione della vacanza, le reali condizioni di accessibilità di un sistema di offerta turistica e culturale.

Attraverso una visualizzazione in realtà virtuale, il prototipo consentirà all’utente di impostare i propri requisiti fisici e non, e proiettarsi all’interno di un sito culturale, di un hotel, o semplicemente di un percorso, acquisire con precisione e immediatezza elementi di valutazione personalmente rilevanti al fine di poter determinare consapevolmente le condizioni di accessibilità e fruibilità del contesto.
Facendo emergere una domanda ancora inespressa, il sistema manifesta rilevanti potenzialità di sviluppo nel campo del turismo sostenibile e della fruizione dei beni culturali, con un importante impatto occupazionale sui territori di riferimento.

 
Multi Dimensional Travel (Bando Smart&Start di Invitalia)

Multi Dimensional Travel, è un nuovo prodotto IT per la gestione dell’extra-alberghiero attraverso l’erogazione del servizio SaaS in grado di tradurre determinate necessità in specifiche funzionalità:

  • trasferire nel mercato online i numerosi operatori locali che rappresentano il valore turistico dei territori del Paese ma che non sono ancora in grado di esporre tali contenuti sul web;
  • riformulare l’offerta on-line integrando tali contenuti con le offerte già presenti su rete;
  • presentare l’offerta integrata in modo cognitivamente prossimo a chi intende realizzare in casa la propria esperienza turistica;
  • rendere visibile, accessibile e desiderabile tale offerta ai più vasti segmenti di consumatori nazionali e internazionali.
Image

AMBITO INDUSTRIA 4.0

Industria 4.0 identifica la trasformazione in atto legata all’utilizzo, sempre più massivo, di quantità di dati ed informazioni e dal sempre più persuasivo utilizzo delle tecnologie digitali per connettere, innovare e governare l’intera catena del valore.

Tale processo di trasformazione, successivo alle precedenti tre fasi (meccanizzazione; elettrificazione; computerizzazione) è abilitato grazie all’introduzione e diffusione di nuove tecnologie digitali, tra le quali citiamo quelle dove Aton è attiva:

  • Big Data and Analytics
  • Cloud Computing
  • Broadband
  • Cyber Security

L’obiettivo metodologico e tecnologico di Aton è quello di realizzare un’architettura in grado di riconfigurare un distretto in modo da:

  • ricomporre dinamicamente soggetti che cooperano per il raggiungimento di un risultato di mercato;
  • integrare le funzioni della catena del valore, gestendo le relazioni tra più soggetti, pubblici e privati, comunque collocati sul territorio.
 
MAPS

Le traiettorie di ricerca affrontate nel progetto hanno riguardato due aspetti salienti del piano strategico «Industria 4.0», ovvero Cybersecurity e Big Data Analytics. E’ stata quindi realizzata una soluzione tecnologica per la gestione automatizzata del monitoraggio delle policy di sicurezza informatica.
Sono stati approfonditi i due temi Cyber Security e Big Data Analytics risolvendo i seguenti problemi:

  • raccolta e registrazione di elevati volumi di eventi acquisiti dai dati operazionali, prodotti dalle risorse monitorate;
  • elaborazione in tempo reale di dati operazionali caratterizzati da forti eterogeneità;
  • astrazione dei dati in modo da garantire il controllo, monitoraggio ed allineamento tra le policy e gli eventi di sicurezza.

I risultati sono stati implementati secondo delle dashboard configurabili in logica cyber security.

ATON IT

Ricerca & Sviluppo

Image

Le attività di R&S rappresentano un asset strategico di ATON IT che è così in grado di gestire interamente l’iter di partecipazione e realizzazione dei bandi di ricerca e sviluppo, sia direttamente sia come società di consulenza per terze parti.
Tale know-how è accresciuto dalla stabile collaborazione con una serie di prestigiosi atenei italiani tra cui Milano BICOCCA e Roma LA SAPIENZA.

Il posizionamento di ATON IT nei bandi R&S è assicurato dalle capacità di:

  • Coprire vasti domini di R&S: le research companies del gruppo Aton operano attraverso le reti accademiche in numerosi ambiti nei quali la tecnologia ICT e l’approccio per servizi sono fattori abilitanti.
  • Aggregare: sulla base delle singole esigenze promuove consorzi e reti d’impresa con i partner più appropriati perseguendo obiettivi industriali attraverso bandi di ricerca.
  • Progettare: ricondurre l’intervento alla progettazione di un ecosistema di servizi realizzato utilizzando i più adeguati modelli di business.
  • Innovare: realizzazione di piattaforme tecnologico/organizzative sviluppate con i circuiti accademici.
AMBITO AGRIFOOD

L'economia digitale ha trasformato milioni di consumatori in prosumer, sotto la spinta della crisi finanziaria, i cittadini chiedono un cambiamento di produttività economica legato alla capacità di utilizzare in modo efficiente le risorse.
Questo nuovo paradigma economico Circular Economy può essere abilitato solo grazie alle tecnologie.

Image

I punti di forza del modello sviluppato, riscontrabili nei progetti di ricerca, sono:
• La valorizzazione e riduzione degli sprechi e scarti alimentari oltre alla gestione del ciclo dei rifiuti attraverso l’introduzione di soluzioni tecnico organizzative e sistemi ICT per raccolta, gestione, fruizione degli alimenti non più edibili.
• Un ecosistema finalizzato al recupero, gestione logistica, commercializzazione e valorizzazione degli scarti e sprechi alimentari, arricchito da una piattaforma di knowledge management per la raccolta di dati e procedure di ottimizzazione dei processi ed all’interazioni tra gli stakeholder.

FOODNET (Regione Lombardia - dal 2017, in corso)

Il progetto di ricerca Food Social Sensor Network (FoodNET), è un progetto di ricerca e innovazione in ambito Smart Living and Communities iniziato nel 2017 e con termine previsto per settembre 2020, che coinvolge un partenariato composto da 9 PMI e 3 Università, di cui ATON IT è capofila.

Food Net è una piattaforma tecnologica ed organizzativa che si pone l’obiettivo di individuare e interpretare le necessità nutrizionali di specifici target di consumatori; favorire l’innovazione di processo e prodotto delle imprese agroalimentari attraverso la realizzazione di infrastrutture che permettano di realizzare alimenti funzionali, realmente efficaci, ad implementare la qualità della vita e lo stato nutrizionale dei cittadini, oltre a modelli nutrizionali e processi educativi diretti a migliorare lo stile di vita.
Le condizioni nutrizionali del target saranno valutate al fine di interpretare le esigenze alimentari e guidare innovazioni di processo e di prodotto delle imprese agroalimentari.

I risultati oggetto d’industrializzazione consentono la fruibilità di una piattaforma di Foodomica permanente

• Che permetta agli Organismi di Ricerca di identificare, attraverso un’infrastruttura tecnico-scientifica, fitocomplessi bioattivi da piante e scarti agroalimentari per ottenere nuove materie prime e alimenti e soprattutto valutare l’efficacia dei nuovi prodotti sull’organismo.

• Che resti come infrastruttura operativa a disposizione del comparto agroalimentare anche dopo la conclusione del progetto e grazie alla ricerca scientifica supportata dalle università coinvolte sia capace di interpretare le problematiche dell’impresa.

• Che sia di supporto, come piattaforma ICT all’analisi delle esigenze e delle abitudini alimentari di differenti target di utenti.

SCOPRI DI PIÙ

SORT

Sviluppo di sistemi tecnologici innovativi integrati per lo Spacchettamento, l'Organizzazione delle scorte e il Tracciamento dei prodotti alimentari sprecati finalizzati alla loro valorizzazione.
(Pon Rec Smart Cities – Ambito Waste Management – Avviso DD 391/ric del 05/07/2012) Decreto Direttoriale del 28/10/2015 n. 2427) - Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – MIUR
Il progetto è stato condotto in RTI con 3 PMI e 2 Università.

Il progetto  si focalizza sulla individuazione delle tecnologie, degli apparati e della catena del valore ottimale per l’implementazione di nuovi modelli di valorizzazione degli scarti alimentari, nel senso di un indirizzamento prioritario verso la nutrizione animale, seguito da compostaggio e valorizzazioni energetiche.
I risultati che si intende industrializzare, attraverso una piattaforma ICT sono:

  • L'identificazione e il tracciamento dei beni alimentari a fine vita;
  • La progettazione e realizzazione di un sistema di “riconcentrazione” canalizzando i beni alimentari a fine vita dalle famiglie e altri "end user" mancati verso le industrie di trasformazione.
  • Gestione delle scorte in fase di riconcentrazione.
AMBITO INNOVAZIONE DIGITALE

Innovazione Digitale è un concetto molto ampio e trasversale, ed al centro di tutti quei cambiamenti tecnologici, organizzativi, culturali, sociali e creativi che migliorano la vita di tutti i giorni.
In due sole parole: Trasformazione Digitale.

L’evoluzione è continua, non solo nelle tecnologie stesse, ma anche nelle applicazioni, nei modelli di business e nei modelli di organizzazione delle imprese e del lavoro.

Image

Fare Innovazione Digitale, in sostanza, non vuol dire semplicemente utilizzare le nuove tecnologie in quanto tali, ma partire da queste per ripensare e semplificare un processo produttivo e creativo, erogare nuovi beni e servizi volti al miglioramento della vita degli utenti, ridisegnare, in una logica di apertura al cambiamento, i modelli che governano il business.

ARCA

(Academic Research Creativity Archives) presentato a Lazio Innova S.p.A (Prot. n. A0128- 2017-17189 del 19/10/2017) a valere sul Bando di ricerca denominato ”Avviso n.6 - Creatività 2020”.

Il progetto sviluppa una piattaforma di integrazione di prodotti e servizi innovativi per la consultazione di contenuti testuali e audiovisivi integrati.
Il progetto è condotto in Partenariato con la casa editrice L’Erma e 2 Dipartimenti dell’Università La Sapienza di Roma

L’idea progettuale di ARCA è sviluppare una piattaforma di integrazione di prodotti e servizi per la raccolta di nuove esperienze di acquisto di contenuti testuali e audiovisivi in linea con l’obiettivo concreto dell’avviso Creatività 2020 – Rif. art.2.3.a.3:
"sviluppo e adozione di applicazioni e servizi digitali in grado di implementare canali di collaborazione e condivisione dei diversi business in modo da collegare contenuti audiovisivi, anche già sviluppati, ai bisogni dei diversi mercati".

I servizi supportano, da un lato, l’esecuzione di un nuovo processo di digitalizzazione del patrimonio editoriale di una casa editrice che porti all’estrazione di conoscenza, in termini di entità ed associazioni semantiche tra di esse. La creazione della base di conoscenza integrata viene effettuata per mezzo di una tecnologia abilitante denominata Knowledge Graph.
Dall’altro lato, i servizi supportano l’utente finale interessato ad esplorare tale conoscenza per effettuare ricerche mirate ed approfondite che si possano trasformare in nuove modalità di accesso, fruizione ed acquisto dei contenuti testuali e audiovisivi.

AMBITO TURISMO E CULTURA

Image

La progettazione di ATON IT, in questo cluster R&S, si pone come obiettivo principale quello di modellare il prodotto turistico utilizzando le metodologie della scienza dei servizi e del design industriale in modo da:

  • Creare un ecosistema di servizi che valorizzino la qualità ed il lifestyle regionale;
  • Applicare il concetto di Made in Italy al prodotto turistico nazionale per lo sviluppo dell'incoming nel nostro Paese e al rafforzamento di quello Domestico;
  • Aggregare i prodotti esperienziali più adeguati a target di clientela ed alle caratteristiche di ciascun territorio in modo coerente con il modello di business della società;
  • Generare nuovi flussi turistici attraverso l’ecosistema generato dalla piattaforma.

GOFORIT

L’esperienza prima della partenza (MIUR, Avviso per la presentazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nelle 12 Aree di specializzazione individuate dal PNR 2015-2020, codice progetto ARS01_00865 ammesso con Decreto n.2351 del 19/09/2018). Il progetto è condotto in RTI con altre 6 aziende e 3 Organismi di ricerca.
Obiettivo è lo sviluppo di un nuovo prodotto finalizzato a favorire il turismo per persone con bisogni speciali. Il numero di persone che, pur avendone desiderio e disponibilità, non viaggiano per timore di incontrare difficoltà è altissimo.
Solo in Italia circa 6 milioni di potenziali viaggiatori presentano forme serie o lievi di disabilità, e, considerando il progressivo invecchiamento della popolazione, si prospetta un loro rapido incremento nel tempo.

L’idea progettuale si fonda sul principio secondo cui la valutazione sulle reali condizioni di accessibilità e fruibilità di una destinazione deve necessariamente essere affidata all’utilizzatore finale, il quale, conoscendo con esattezza le proprie caratteristiche, i propri bisogni, limiti e desideri, deve essere messo nelle condizioni di poter confrontare personalmente l’insieme delle sue esigenze con i parametri dell’offerta.
Per far esprimere il bisogno di pratica turistica a tutti, i proponenti realizzeranno e sperimenteranno il prototipo di un sistema informativo innovativo tecnologicamente avanzato, che consenta all’utente di verificare concretamente, già dalla fase di pianificazione della vacanza, le reali condizioni di accessibilità di un sistema di offerta turistica e culturale.

Attraverso una visualizzazione in realtà virtuale, il prototipo consentirà all’utente di impostare i propri requisiti fisici e non, e proiettarsi all’interno di un sito culturale, di un hotel, o semplicemente di un percorso, acquisire con precisione e immediatezza elementi di valutazione personalmente rilevanti al fine di poter determinare consapevolmente le condizioni di accessibilità e fruibilità del contesto.
Facendo emergere una domanda ancora inespressa, il sistema manifesta rilevanti potenzialità di sviluppo nel campo del turismo sostenibile e della fruizione dei beni culturali, con un importante impatto occupazionale sui territori di riferimento.

Multi Dimensional Travel (Bando Smart&Start di Invitalia)

Multi Dimensional Travel, è un nuovo prodotto IT per la gestione dell’extra-alberghiero attraverso l’erogazione del servizio SaaS in grado di tradurre determinate necessità in specifiche funzionalità:

  • trasferire nel mercato online i numerosi operatori locali che rappresentano il valore turistico dei territori del Paese ma che non sono ancora in grado di esporre tali contenuti sul web;
  • riformulare l’offerta on-line integrando tali contenuti con le offerte già presenti su rete;
  • presentare l’offerta integrata in modo cognitivamente prossimo a chi intende realizzare in casa la propria esperienza turistica;
  • rendere visibile, accessibile e desiderabile tale offerta ai più vasti segmenti di consumatori nazionali e internazionali.
AMBITO INDUSTRIA 4.0
Industria 4.0 identifica la trasformazione in atto legata all’utilizzo, sempre più massivo, di quantità di dati ed informazioni e dal sempre più persuasivo utilizzo delle tecnologie digitali per connettere, innovare e governare l’intera catena del valore.
Image

Tale processo di trasformazione, successivo alle precedenti tre fasi (meccanizzazione; elettrificazione; computerizzazione) è abilitato grazie all’introduzione e diffusione di nuove tecnologie digitali, tra le quali citiamo quelle dove Aton è attiva:

  • Big Data and Analytics
  • Cloud Computing
  • Broadband
  • Cyber Security

L’obiettivo metodologico e tecnologico di Aton è quello di realizzare un’architettura in grado di riconfigurare un distretto in modo da:

  • ricomporre dinamicamente soggetti che cooperano per il raggiungimento di un risultato di mercato;
  • integrare le funzioni della catena del valore, gestendo le relazioni tra più soggetti, pubblici e privati, comunque collocati sul territorio.

MAPS

Le traiettorie di ricerca affrontate nel progetto hanno riguardato due aspetti salienti del piano strategico «Industria 4.0», ovvero Cybersecurity e Big Data Analytics. E’ stata quindi realizzata una soluzione tecnologica per la gestione automatizzata del monitoraggio delle policy di sicurezza informatica.
Sono stati approfonditi i due temi Cyber Security e Big Data Analytics risolvendo i seguenti problemi:

  • raccolta e registrazione di elevati volumi di eventi acquisiti dai dati operazionali, prodotti dalle risorse monitorate;
  • elaborazione in tempo reale di dati operazionali caratterizzati da forti eterogeneità;
  • astrazione dei dati in modo da garantire il controllo, monitoraggio ed allineamento tra le policy e gli eventi di sicurezza.

I risultati sono stati implementati secondo delle dashboard configurabili in logica cyber security.